venerdì 25 gennaio 2013

La pulizia del pavimento della cucina


Foto: Blog hola.com


A causa del tipo di attività che si svolgono in cucina il pavimento si sporca frequentemente e si accumulano i residui di grasso. Per questi motivi bisogna scegliere un pavimento pratico e facile da pulire. Un pavimento piastrellato piuttosto che uno in legno sarà la scelta migliore.
La prima cosa che dobbiamo fare è spazzare per terra, oppure passare l'aspirapolvere. È normale che lo dovremmo spazzare, quotidianamente, varie volte però è consigliato fare uso dell'aspirapolvere una o due volte a settimana. Dopo aver spazzato, dobbiamo pulire per terra con acqua molto calda e una spruzzata d'ammoniaca. Normalmente dobbiamo pulire per terra quotidianamente.
Possiamo fare uso dei tappetini in determinare zone, per esempio davanti al piano cottura, per mantenere pulito il pavimento più a lungo. Siate cauti con alcuni piani da cucina (ad esempio gli smaltati) in cui l'ammoniaca o la candeggina possono essere aggressivi, in questi casi sarà meglio utilizzare un sapone delicato per i piatti.
Periodicamente si devono pulire i bordi delle mattonelle, dove possono rimanere dei residui, si può utilizzare un pennello con detergente da cucina.

2 commenti:

  1. Ciao,
    io ho scelto di mettere in cucina un gres porcellanato (questo per l'esatezza: http://www.casadolcecasa.com/it/prod-151-1697-light_brown.asp)
    il colore scalda molto l'ambiente, ma devo ammettere che quando l'ho scelto ho pensanto anche "beh, la polvere non si vedrà così tanto" ;)
    così quelle poche volte che non cucino posso dimenticarmi di spazzare!
    complimenti per il blog, ho molto apprezzato il programma di pulizia, anche se non sempre iresco a mettere tutto in pratica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Flora per il tuo commento...Ana

      Elimina